POESIA CONDIVISA

53

Vite d’insieme, conservate in 25 parole, legate da una poesia “condivisa”.

L’idea dell’autore germoglia durante il contest lanciato sul suo profilo social, il quale chiedeva ai followers una parola per aderire, quella che più li rappresentasse in quel momento. Contro ogni più rosea aspettativa, fece incetta di parole in pochi giorni e ciò che ne consegue non è altro che il fiore di una gemma da custodire, che necessita di cure certosine prima di nascere. Il tempo di ogni partecipante dedicato a tale iniziativa, anche se infinitesimale, rappresenta lo scopo reale della POESIA CONDIVISA: accogliere l’Io dell’altro, ascoltarlo e includerlo nel nostro vivere …

Come un nerd

seduto fra due mondi.

 Staccarsi…

… è impossibile.

 Dallamore concesso,

di una madre, per il figlio.

Sussurrarne il nome:

“Gabriel”.

 … sparire effimero, eco

di un uomo che verrà.

Lincanto di una stella, brillar

di luce propria.

Una qualche dimenticanza,

che persevera al tempo.

 La conservo qui, dentro

una poesia condivisa.

Opera sociale,

shakerata con le vostre parole

al gusto … Cosmopolitan.

 … ed io. In bilico tra sobrietà

e sregolatezza. Una presenza

assente, allombra degli altri.

 Testardo al mio credo,

tenace nel voler partecipare

ad un quiz chiamato “Vita”.

 … ramingo per la via

sconosciuta.

 Dal passo dislessico…

… invertire il sentiero.

Liberarsi dalla ragnatela,

come rugiada cristallina.

 Fa da faro allorizzonte.

Mentre gira il sole

di notte.

Alla  fine,

fare tutto questo.

Solo perché in elenco

c’è la parola … ornitorinco.


Emanuele Prisciandaro è autore di Linearità sghembe, Robin Edizioni, 2022
Il libro ha vinto il Premio letterario Gabriele Galloni
L’acquisto online è possibile attraverso le principali piattaforme o tramite il sito dell’editore: Robin Edizioni
Articolo precedenteSCATTI DA CAMERA
Prossimo articoloQUANDO CINEMA, TV E SERIAL DIVENTANO LIBERATORI