Home Autori Articoli di Elisabetta Fea

Elisabetta Fea

110 ARTICOLI 0 Commenti

LETTURE PER LE FESTE

Le festività natalizie sono un’occasione per leggere di tutto e di più. I lettori non occasionali, però, che difficilmente si accontentano dell’autore del momento...

IN CRISI A CAUSA DELLA CRISI: PSICOLOGI GRATUITI PER CHI HA...

Finalmente abbiamo una legge di stabilità  che, come ha fatto notare Maurizio Crozza (evitando di definirla propriamente una presa in giro) ci permetterà di...

ALBERT CAMUS A CENT’ANNI DALLA NASCITA

“Tutto ciò che esalta la vita ne accresce al tempo stesso l'assurdità”. A sostenerlo è lo scrittore e filosofo francese Albert Camus (nato a Mondovi...

CAPODANNO CON DRACULA O CON RENOIR?

Trascorrere un capodanno insolito non è un’impresa così semplice. Quest’anno però gli appassionati delle atmosfere gotiche e dell’arte potranno festeggiare l’arrivo del 2014 in...

INTRODUZIONE ALL’ASCOLTO DELLA GRANDE MUSICA – QUARTO APPUNTAMENTO

L’introduzione all'ascolto della grande musica è un’esigenza sempre più diffusa da parte del pubblico di tutte le età: davanti a un’opera musicale ci si può sentire...

UNA GIORNATA PER OPPORSI ALLA VIOLENZA SULLE DONNE: RIFLESSIONI ED EVENTI

Il tema della violenza nei confronti delle donne, che spesso suscita sentimenti di repulsa e tentativi di rimozione sociale (oltre che individuale), si può affrontare...

L’ISTITUTO CONFUCIO DI TORINO COMPIE 5 ANNI

L'Istituto Confucio di Torino compie 5 anni e festeggia tale ricorrenza lunedì 25 novembre alle 16 nel palazzo del rettorato (via Verdi 8). L’Istituto...

ROYAL AFFAIR

Se vi piacciono i film in costume e le ricostruzioni storiche, “Royal affairs” è il film che fà per voi. Il regista Nikolaj Arcel...

LE BELLEZZE DEL PASSATO

Sarà perché, come dice Dostoevskij, “siamo tutti esuli dal nostro passato”, ma a me piace andare nei luoghi dove si respira la storia, così ho...

LE INSIDIE NEL PIATTO

Viviamo in un mondo in cui dobbiamo difenderci anche dal cibo che quotidianamente acquistiamo e consumiamo.  In passato il rischio d’essere avvelenati era prerogativa...