LE ECCELLENZE DEL MADE IN ITALY

512

Il Centro congressi dell’Unione Industriale di Torino propone un nuovo ciclo di incontri sulle “Eccellenze del made in Italy” che si inaugura martedì 22 ottobre alle 18 in via Vela 17.L’iniziativa organizzata in collaborazione con Intesa Sanpaolo e con il contributo della Camera di Commercio di Torino e il Consiglio Regionale del Piemonte, prevede 4 incontri, (sempre alle ore 18) coordinati dai professori Giuseppe Tardivo, Roberto Schiesari e Nicola Miglietta della storia-1Scuola di Management ed Economia dell’Università di Torino. Si inizia con Paul Muller e Vander Tumiatti, presidenti rispettivamente di Niso Biomed e Sea Marconi technology. La prima è la start up del 2013 che controlla la salute dello stomaco fornendo in tempo reale i risultati degli esami endoscopici, mentre la seconda è un’azienda leader nei servizi e tecnologie per la protezione di parchi macchine e trasformatori elettrici liquidi isolanti. Martedì 29 sarà invece la volta della Ferrino & C, sinonimo di outdoor dal 1870 e di Progetti srl che realizza ed esporta in tutto il mondo, defibrillatori professionali manuali e semiautomatici. Il 5 novembre saranno presentate due aziende del settore alimentare: la  Noberasco, antica ditta ligure nata nel 1908 con duemila lire di capitale investito nella raccolta e confezionamento di prodotti ortofrutticoli (e che oggi viene considerata la più importante azienda nel settore della frutta secca) e la Pastiglie Leone. Quest’ultima è un’azienda dolciaria nata in una confetteria di  Alba nel 1857. Chiuderanno il 12 novembre Ludovico Fassitelli presidente della Stilo, che da 10 anni esporta caschi per rally, offshore etc e Dario D’Urso, direttore marketing della Poligrafico Roggero & Tortia, azienda nata nel campo delle arti grafiche ma che ha saputo crescere ed evolvere nel settore della stampa industriale, fino a diventare leader nella gestione documentale. Le tessere d’ingresso gratuite si possono ritirare in via vela 17 o scaricare da www.centrocongressiunioneindustriale.it

Articolo precedenteLONG ISLAND: IL QUARTIERE TRENDY DI NYC
Prossimo articoloLE BELLEZZE DEL PASSATO