SUMMER SCHOOL NEGLI ATENEI ITALIANI

361

Le summer school universitarie sono sempre più gettonate. Ma occorre pensarci per tempo poiché altrimenti si rischia di non trovare più posto. Vediamo l’offerta formativa di alcuni tra i principali atenei italiani, da Milano a Torino a Pisa.

L’Università di Milano Bicocca ne promuove ben 24 sui temi di EXPO 2015 “Feeding the planet energy for life”, con svolgimento nell’arco dei mesi che vanno da maggio ad ottobre 2015. Obiettivo del programma è proporre a studenti internazionali provenienti da Università estere corsi di alta qualità e opportunità di istruzione a Milano durante l’estate dell’esposizione Universale. Tutti i partecipanti avranno l’opportunità di sviluppare competenze specifiche in vari campi che vanno dal Business & Economia alla Salute , da Scienza e Tecnologia alla Medicina, dal Diritto alle Scienze Sociali . Parte integrante del percorso di formazione sarà l’accesso ad una visita gratuita presso il sito espositivo. I dettagli e le modalità d’iscrizione su www.summerschoolexpo2015.com/index.php o scrivendo a summerschool@unimib.it

Gli appassionati di politica internazionale possono contare, anche quest’anno sulla scuola estiva TOMidEast “Understanding the Middle East” che si svolgerà a Torino dal 29 giugno al 3 luglio (le iscrizioni sono già aperte e lo rimarranno fino al 18 maggio). Il tema scelto quest’anno è quello della trasformazione dei confini reali e ideali nella regione mediorientale. Si analizzeranno le varie dinamiche politiche contestualizzandole in una realtà che oscilla continuamente tra la continuità e il cambiamento. L’iniziativa, che ha ottenuto il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Torino ed è realizzata dal Dipartimento di Culture, politica e società dell’Università di Torino in partnership con l’Osservatorio Iraq, si intitola, infatti, “The transformation of contentious politics” ed è articolata in un programma di lectures, dibattiti e proiezioni video con diverse prospettive di analisi: dalle migrazioni ai diritti delle minoranze, dalle questioni economiche all’emergere di nuovi attori e forme di violenza. La scuola si rivolge principalmente a studenti universitari e di dottorato ma anche a professionisti attenti ad esplorare con occhio critico le dinamiche politiche della regione mediorientale. Per gli studenti fuori sede sono previste borse di studio. Info su www.to-asia.it/to-mideast/. Le domande di iscrizione devono essere inviate all’indirizzo middleeast.to@gmail.com.

Tra le summer school dell’Università di Pisa, c’è quella, infine, sui diritti e le libertà fondamentali, che si terrà, quest’anno, dal 6 a 17 Luglio. E’ organizzata congiuntamente dai Dipartimenti di Giurisprudenza e di Scienze Politiche e dispone di un corso generale tenuto da importanti studiosi provenienti da università italiane ed europee, nonché seminari su temi specifici tenuti da giovani ricercatori e professionisti. La Scuola è aperta a giovani laureati europei e internazionali e studenti di legge avanzate. Info al link http://www.unipi.it/index.php/society-economics-and-law/item/3877-fundamental-rights-fundamental-freedoms o scrivendo a navarretta@gmail.com

Articolo precedenteIL NICO VOLLEY-BRAIN PER SCONFIGGERE SCLEROSI, ALZHEIMER E PARKINSON
Prossimo articoloGRANDE GUERRA: NOTE SPARSE