ORO INCENSO MIRRA

249

Fino al 6 gennaio è possibile ammirare alcuni presepi allestiti in Monferrato grazie alla V edizione di Oro Incesso Mirra. Quest’anno l’edizione è in forma ridotta, ma si potranno ammirare i presepi a:

  • Aramengo dove è esposto il presepe con personaggi in legno allestito dalla Proloco e si potranno ammirare i mini presepi fatti dai bambini del territorio
  • Castagnole delle Lanze è possibile visitare i presepi realizzati con materiali poveri e semplici che richiamano prodotti e tradizioni del territorio.
  • Cocconato – Il tradizionale percorso dei presepi esposti dai cittadini si snoda nelle vie del centro storico tra angoli insoliti, panoramici e caratteristici del bel borgo. Nella piazza centrale si potrà ammirare il presepe a grandezza naturale.
  • Monale – Da non perdere il presepe realizzato da Remo Marangon le cui statue, ad altezza naturale, ritraggono alcuni dei concittadini monalesi.
  • Passerano Marmorito – Frazione Schierano SCHIERANO – I presepi – più di cento – verranno allestiti come di consueto dalla popolazione per le vie del paese. Il percorso si arricchirà del presepe che sarà realizzato alla panchina gigante sulla collinetta detta del Mund.
  • Montegrosso – Nella piazza della Stazione è allestito il presepe in legno realizzato dalla scuola di falegnameria e dipinto a mano.
  • Camerano Casasco – Compatibilmente con le disposizioni dei decreti che entreranno in vigore, a Camerano è aperto al pubblico il grande presepe meccanico dello scultore Gennaro Cosentino: sotto i voltoni in tufo delle cantine del castello, vicino all’antico forno comunale del 1700, si può visitare il presepe meccanico degli antichi mestieri frutto di 25 anni di lavoro. Del presepe fanno parte circa 40 statue in legno, animate dal meccanismo di decine e decine di motori elettrici che lo stesso Cosentino ha progettato.
  • Castagnole Monferrato – Compatibilmente con le disposizioni dei decreti che entreranno in vigore, a Castagnole Monferrato è possibile visitare su prenotazione i circa 60 presepi allestiti nelle cantine della settecentesca Tenuta La Mercantile.
Articolo precedenteLA BELLA LAVANDERINA
Prossimo articoloPORTOGALLO: MIGLIORE DESTINAZIONE D’EUROPA