IL MAGICO GORG DE LA MALATOSCA

45

Il Gorg De La Malatosca, situato a Sant Joan de les Abadesses, a 77 chilometri da Girona, a nord della costa spagnola, è un luogo molto tranquillo. Questa piscina naturale è facilmente raggiungibile con un breve percorso a piedi nel verde, lungo 5 sentieri escursionistici. Ancora prima di poterla raggiungere si sente forte e chiaro il tumultuoso echeggiare della cascata che la alimenta. In realtà Gorg, letteralmente, vuol dire pozzanghera, ma non rende giustizia a questo magnifico spettacolo della natura.

Come molti Gorg dell’entroterra catalano, anche questo è protagonista di una leggenda. Si narra che -un tempo- questo luogo fosse un punto di incontro delle streghe. Un giorno dovettero chiamare una levatrice del villaggio perché una delle streghe doveva partorire. Non sapendo in che modo ricompensarla, le diedero una manciata di lenticchie. La levatrice, non contenta, gettò i legumi nel fiume Ter che si trasformarono in oro, rendendone così scintillanti le acque.

Lasciato questo incantevole luogo, dopo essersi concessi un bagno rinfrescante, merita andare a scoprire i dintorni, partendo da una visita a Sant Joan de les Abadesses.

San Juan de las Abadesas si trova sulla riva sinistra del fiume Ter, attorno a un antico monastero benedettino femminile, fondato da Wifredo el Velloso nell’anno 885 e trasformato in una collegiata alla fine del XVI secolo. Si conservano la chiesa romanica, del XII secolo, che ha subito alcune modifiche, e il chiostro gotico del XV secolo. Possiede alcuni pezzi di interesse, come il gruppo scultorico del Descendimiento (1251) con sette figure policrome, conosciuto come il Santísimo Misterio, uno dei più notevoli dell’epoca. Interessanti sono anche il palazzo dell’abbazia e il suo piccolo chiostro gotico, l’abside e il portone romanici dell’antica chiesa di Sant Joanipol, la piazza principale con i suoi portici, i resti delle mura, e il ponte Viejo, in stile gotico, sul fiume Ter parallelo al ponte nuovo.

Articolo precedenteLA LETTURA: UNA VIA DI SALVEZZA TRA LE INFINITE VITE POSSIBILI
Prossimo articoloSULLE COLLINE DI PRATO NASCONO I VINI DI CARMIGNANO DOCG