TUTTO EBBE INIZIO DA UN CAPRICCIO…

562

Nelle vicinanze di Vilnius, in un meraviglioso angolo in cui i toni verdi della natura si fondono con il blu intenso dei laghi, sorge la cittadina di Trakai, capitale della Lituania fino a metà del XVI secolo, all’epoca del Gran Ducato.

Qui è visitabile l’incantevole castello rosso, eretto (a partire del XIV secolo) su un’isola del Lago Galve. Il maniero, oltre che per la seducente eleganza, affascina i turisti con la sua storia intrisa di tradizioni che riportano a un passato di dame e cavalieri.

Secondo la leggenda, tutto ebbe inizio da un capriccio

Si narra infatti che la fortificazione sia stata edificata per assecondare i capricci di Birute, moglie del Gran Duca Kestutis. La donna era originaria dalla costa della Lituania e per questo motivo non voleva vivere a Trakai, cittadina così tanto arretrata nell’entroterra. A Birute mancava la vista del mare e non se ne faceva proprio una ragione. Così, a dimostrazione dell’amore che provava per lei, il Duca decise di far erigere un nuovo castello nelle vicinanze della città dove la consorte avrebbe potuto vivere senza soffrire. Location? Nel mezzo del lago Galve: appoggiato sulle acque, naturalmente!  Da qui si spiega come mai il castello di Trakai sia l’unico nell’Europa Orientale ad essere stato costruito in un simile contesto territoriale, ben lungi dalla tradizione: tutta l‘isola è occupata dal castello stesso e dal palazzo del Granduca.

Edificato in stile gotico, comprende un palazzo e una torre residenziale circondati da solide mura difensive. Sale e gallerie affrescate, vetrate colorate, passaggi segreti e opere d’arte di grande valore caratterizzano gli interni del maniero. Una passerella in legno lunga 300 metri collega il castello alla terraferma e costituisce un’ineguagliabile balconata da cui ammirare il panorama circostante.

Il castello perse il suo potere politico quando la capitale fu trasferita a Vilnius nel XVI secolo, anche se per un lungo periodo rimase una delle residenze preferite dei nobili lituani. Venne successivamente convertito a prigione per la nobiltà e per i prigionieri di guerra. Nel 1962, il castello fu completamente ristrutturato e trasformato in un museo.

La cittadina e il complesso fortificato affondano nel blu del suggestivo parco nazionale storico di Trakai, che conta ben 32 laghi costellati di isole. In questo comprensorio si consiglia una visita  al maniero di Užutrakis e al suo bel parco, opera del famoso architetto e botanico francese Eduard François Andre. Non lontano è inoltre possibile visitare le interessanti paludi di Plomėnai e Varnikai.

Informazioni:  www.lithuania.travel

 

Immagine: Castello di Trakai – di Laimonas Ciunys – Ente del turismo della Lituania

 

Articolo precedenteIL CIRCO BIANCO DEI MONTI DEI GIGANTI
Prossimo articoloIN CRISI A CAUSA DELLA CRISI: PSICOLOGI GRATUITI PER CHI HA PERSO IL LAVORO