L’ATMOSFERA SURREALE DELL’IRLANDA DEL NORD

662

Steensons Joffrey Crown

Il laboratorio artigiano Steenson’s nella contea di Antrim, la storica contea irlandese situata nella regione nord orientale dell’isola, è stato nominato working museum. Stiamo parlando dell’azienda che ha realizzato alcuni oggetti preziosi per la serie televisiva statunitense di grande successo “Il Trono di Spade”, inclusa la corona di Joffrey Baratheon. Il laboratorio è a conduzione familiare e utilizza tecniche artigianali tradizionali. Da qualche tempo ha aperto le sue porte al pubblico per mostrare la propria esperienza, le proprie abilità e presentare gli artigiani che vi lavorano. Gli ospiti possono ammirare le creazioni di gioielli contemporanei -in argento,oro, platino e pietre preziose- ispirati al drammatico paesaggio nordirlandese. Inoltre, possono visitare l’area espositiva che, nel ripercorrere i 40 anni di attività dell’azienda, presenta i procedimenti utilizzati nella lavorazione dell’oro ed illustra il ricco patrimonio storico del design, le origini delle pietre preziose e le correlazioni cinematografiche. Steenson’s è il quarto economuseo dell’Irlanda del Nord e fa parte di una rete di laboratori artigiani europei che offrono ai visitatori la possibilità di approfondire e capirne la professionalità e le competenze. Il laboratorio si trova nel pittoresco villaggio di Glenarm, sulla spettacolare costa di Antrim. Glenarm è adagiato lungo la Causeway Coastal Route, considerata uno dei più entusiasmanti percorsi automobilistici al mondo. La strada si snoda ai piedi delle famose nove vallate della regione, meglio conosciute come Glens of Antrim.

Proseguendo lungo la Coastal Route si incontra la Giant’s Causeway, il Selciato del Gigante, patrimonio dell’Umanità dell’Unesco e riserva naturale nazionale dal 1987. Il luogo attrae milioni di visitatori ogni anno, tra i quali tantissimi fan de “Il Trono di Spade” che arrivano da tutto il mondo per visitare i luoghi visti nella serie televisiva. small_feb_2012_newImages_17

Lo spettacolo è davvero emozionante. Si tratta di un affioramento roccioso naturale composto da circa 40 mila colonne basaltiche, accatastate l’una accanto all’altra come i pezzi di un domino. Questo capolavoro della natura si è formato circa 60 milioni di anni fa da una eruzione vulcanica. Le colonne, al più a base esagonale, raggiungono  i 12 metri d’altezza, mentre quelle situate sulla scogliera si innalzano anche per 28 metri. L’affioramento roccioso fa parte di un colossale complesso che prosegue anche nel fondale marino adiacente.

Come immaginabile il luogo è protagonista di numerose leggende. La più famosa racconta del gigante Finn McCool, che avrebbe costruito un selciato per camminare fino in Scozia per combattere un altro gigante, Benandonner. Una versione della storia narra che Finn cadde in un sonno profondo prima di andare in Scozia, perciò quando Benandonner venne per cercarlo, la moglie Oonagh coprì con un drappo il marito Finn e pretese di convincere il rivale che in realtà quello fosse il loro bambino. Quando Benandonner vide la mole del “bambino”, pensò che il padre dovesse essere ancor più gigantesco, così scappò terrorizzato distruggendo il selciato per evitare di essere inseguito. Da qui la nascita dell’angolo più surreale dell’Irlanda del nord.

 

Informazioni: www.irlanda.com

 

Immagini: 

Giants Causeway, County:Antrim ;Photographer: none Chris Hill 2010

Steenson’s , La corona di Joffrey Baratheon 

Articolo precedente“BELLE EPOQUE” TRA TORINO E MILANO
Prossimo articoloDAL WEB ALL’ETERNITÀ