LA GEOGRAFIA DEL POTERE

630

Dov’è il potere nel mondo attuale? E chi lo detiene? Partendo da queste domande, la Scuola per la buona politica di Torino propone un ciclo di lezioni che si terranno, da giovedì 21 gennaio, nella sala consiglieri di Palazzo Cisterna, in via Maria Vittoria 12. La rassegna è dedicata alla “Geografia del potere” oggi in Italia e in Europa. Juan Carlos De Martin, docente del Politecnico di Torino e co-fondatore del centro Nexa  inaugurerà la rassegna analizzando, a partire dalle 17, “Internet: il potere della/nella rete”. Scopo dell’iniziativa e della scuola stessa è quello di rivitalizzare l’opinione pubblica in un’ottica più critica, mettendo a disposizione dei cittadini, luoghi e strumenti per la formazione e l’autoformazione democratica. “Siamo ben consapevoli” spiega Michelangelo Bovero, direttore della scuola e docente di Filosofia politica dell’Ateneo torinese “che a condizionare pesantemente le scelte degli organismi democraticamente eletti sono oggi anche, e forse soprattutto, i poteri anonimi dei mercati, i colossi di Internet, le lobby dei produttori di armi”. Maria Rosaria Ferrarese, docente di Scienze giuridiche all’Università di Cagliari, si interrogherà, infatti, nella seconda lezione (il 18 febbraio) su “Gli stati, i governi: poteri residuali?”. Sarà poi la volta di Leopoldo Nascia, saggista e ricercatore all’Istat, con “Un mondo pieno di armi”, il 10 marzo, e del professor Claudio De Fiores (seconda Università di Napoli) con il quesito “Quali poteri per i cittadini?”, il 14 aprile. Chiuderà la rassegna Mario Pianta dell’Università di Urbino che giovedì 19 maggio, prenderà in esame la situazione inerente “I mercati, il denaro, il capitale”. Ulteriori info su www.sbptorino.org

Articolo precedenteREVENANT VINCE TRE PREMI OSCAR
Prossimo articoloRED CARPET DA LUCCA A VIAREGGIO