SPETTACOLARI PRESEPI SLOVENI

709

Il Presepe è la tradizione più popolare del Natale sloveno. Le statuette, di plastica o di legno, sono appoggiate sul muschio raccolto nelle foreste che ossigenano la nazione. Ma oltre ai classici presepi allestiti nelle case, nelle chiese e per le strade, la Slovenia conta una tradizione sempre più consolidata di presepi viventi.

Fra questi il più maestoso e scenografico è quello messo in scena nelle Grotte di Postumia nelle giornate tra il 25 e il 30 dicembre.

La misteriosa bellezza sotterranea di questo paradiso naturale offre un palcoscenico unico per oltre 150 figuranti locali, che -insieme a grandi musicisti- realizzano uno spettacolo eccezionale di 90 minuti. 16 scene bibliche sono allestite lungo il percorso turistico di 5 chilometri, illuminato da oltre duemila luci colorate.

Quest’anno, il presepe vivente si avvarrà di effetti audio visivi e abiti del magico teatro Serpentes. I primi 3,5 chilometri sono godibili a bordo del trenino, la seconda parte invece si può vedere passeggiando (si può accedere anche con passeggini e sedie a rotelle). La bella notizia, per i freddolosi, è che la temperatura nelle grotte è costante sui 10 °C.

Presepe vivente con il tradizionale mercatino di Natale e la mostra fotografica creano un’atmosfera festiva che coinvolge l’intero Parco delle Grotte di Postumia.

 

Un’altra occasione di stupore la offre il regno del ghiaccio a Mojstrana, negli ultimi giorni di dicembre (siamo vicini a Kranjska Gora, circondata dalle possenti montagne delle Alpi Giulie e delle Caravanche). In questa località, all’entrata della gola Mlačca, il visitatore è accolto dalle opere d’arte in ghiaccio, create con le forze comuni dell’uomo e della natura. Proseguendo si giunge in un punto dove si erge una maestosa parete ghiacciata, scenario del presepio vivente. L’originalità di questo presepe consiste anche nel fatto che la maggior parte degli attori si presenta indossando i ramponi, mentre lo spettacolare sfondo di ghiaccio è arricchito da affascinanti effetti luminosi.

Infine, la Slovenia vanta ancora un presepe vivente davvero originale allestito nella pittoresca grotta Pekel, perla carsica nel mezzo della Stiria. La scelta di rappresentare la Sacra Famiglia in questa location è a onor del vero un filo avventata: in sloveno, infatti, pekel significa inferno perché all’entrata della grotta si creano dei giochi di luci e ombre che talvolta possono disegnare la figura di un diavolo.  Il percorso al suo interno si snoda tra stalattiti e cunicoli collaterali, fino a raggiungere la cascata sotterranea del fiume Peklenščica che, con i suoi 4 metri di altezza, è la cascata sotterranea più alta della Slovenia. Ogni anno, a Natale, questa pittoresca grotta diventa il palco per la messa in scena della storia biblica della nascita di Gesù.

Articolo precedenteLOUVRE ABU DHABI
Prossimo articoloONDE E PARTICELLE