THE BUTLER

423

Un lungo spaccato di storia americana vista con gli occhi di un uomo nero. Si tratta del film “The Butler. Un maggiordomo alla casa bianca” di Lee Daniels. The Butler è la storia di un uomo, Cecil Gaines , che sin da bambino, lavora insieme ai genitori nei campi di cotone della Georgia degli anni venti e da subito impara ad essere il “negro di casa”. Gli tocca assistere al progressivo impazzire della madre in seguito ad un abuso sessuale e, per mano dello stesso uomo bianco, anche all’uccisione del padre. Intanto, nella casa in cui vive, impara a servire quegli stessi bianchi, svolgendo le sue mansioni senza farsi sentire. Gli viene insegnato a comprendere i desideri dei padroni e a soddisfarli. Un nero con i “guanti bianchi” al servizio dei bianchi per tutta la vita.  Cecil approda, così, ad un certo punto, alla Casa Bianca dove rimarrà per più di trenta anni. Qui  servirà i presidenti che si susseguiranno, uno dopo l’altro, con la stessa dedizione e abnegazione: Eisenhower, Kennedy, Johnson, Nixon, Ford, Carter e Reagan. Cecil li ascolta mentre gli serve il te e intanto, fuori il mondo si muove: dalla lotta per i diritti civili dei neri (con le sue rivolte), all’assassinio di Kennedy, dal Watergate, alla morte di Martin Luther King, fino alle proteste del ’68 e alla guerra in Vietnam, e ancora, dalla  comparsa delle Black Panthers fino allo yuppismo dell’era di Reagan. Intanto suo figlio sceglie di lottare per i diritti della sua gente, resistendo al fianco di Martin Luther King o ‘armandosi’ al braccio di Malcolm X. Cecil dapprima lo ripudia (anche perché il figlio finisce più volte in carcere, diventando per lui quasi una vergogna) ma nel 1986, prendendo finalmente consapevolezza dei suoi diritti, si unirà a lui  nel sostenere la causa degli afro americani. Il cast e’  d’eccezione, Forest Whitaker, divenuto famoso con “La moglie del soldato” nel 1992 e premio Oscar nel 2007 per il  film “L’ultimo re di Scozia”, è molto credibile nel ruolo del maggiordomo arrendevole e dimesso. Oltre a lui e ad Opra Winfrey (nel ruolo di sua moglie), sfilano nell’arco del film:   Vanessa Redgrave, Robin Williams, Lenny Kravitz, Jane Fonda, John Cusack e Mariah Carey. Il personaggio di Cecil Gaines  è Ispirato alla vita di Eugene Allen, che fu appunto maggiordomo per trentaquattro anni alla Casa Bianca e che balzò agli onori della cronaca poiché fu intervistato da un giornalista del “Washington Post”.

Articolo precedenteTURIN, ITALY’S CHOCOLATE HEAVEN
Prossimo articoloWARHOL CHI?