FLUMINIMAGGIORE, RESIDENZA DIFFUSA PER PENSIONATI

581

Fluminimaggiore è un paese dell’Iglesiente, in provincia di Carbonia, nel sud-ovest della Sardegna. Il suo territorio è ricco di boschi e discende verso la costa svelando paesaggi stupendi. Quando si giunge sul litorale, che dista soli 7 chilometri, si può godere dell’azzurro del mare da un susseguirsi di splendide cale. A cinque chilometri dal paese sono visitabili le fiabesche grotte di su Mannau, un complesso carsico “scolpito” 540 milioni di anni fa, di interesse naturalistico, speleologico e archeologico.

Fluminimaggiore è un luogo simbolo della storia mineraria sarda. E’ circondato da una trentina di siti testimoni di uno sviluppo repentino ed effimero. Fu quella al tempo stesso una fortuna e un dramma: infatti la crisi mineraria ha colpito duramente il paese, che ha pagato con un aumento vertiginoso della disoccupazione e dell’emigrazione.

Fu questa la principale causa della perdita -negli ultimi 30 anni- di moltissimi residenti: Fluminimaggiore conta più di 400 case vuote.

Ecco allora che il primo cittadino Marco Corrias propone di fondare una cooperativa che coinvolga proprietari delle case vuote, artigiani, muratori e operatori sanitari per rendere il paese una sorta di residence diffuso per anziani facoltosi (strizzando l’occhio ai pensionati provenienti dal Nord Europa), in modo da combattere la patologia di cui è sofferente il paese, creando nuovi posti di lavoro e permettendo ai giovani di restare nella propria terra.

Il progetto prevede di offrire un pacchetto ampio di offerte (comprensivi di casa, assistenza sanitaria 24 ore su 24, autisti). Fluminimaggiore dovrebbe essere dunque il primo paese in Italia pensato esclusivamente per il benessere degli over 65. Sarà la prima residenza diffusa per pensionati di tutta Europa.

Potendo contare sulle ricchezze ambientali, agroalimentari, climatiche dell’Isola, l’idea sarebbe quella di attirare uomini e donne che appartengono a quel mercato di 370mila pensionati con la valigia che spendono la propria pensione all’estero (come si legge dall’ultimo rapporto del Censis). Qui, naturalmente non ci sarebbero le agevolazioni fiscali che offrono Portogallo, Spagna o Tunisia, ma l’offerta punterebbe ad una forma di tipo più vacanziero, dove la bellezza del territorio e il clima mite fanno da cornice ai servizi ad hoc, all’offerta enogastronomica, ai servizi e ai trasporti pensati su misura.

Un rilancio che salverebbe il territorio e i suoi abitanti, visto che nei propositi del primo cittadino è il paese intero chiamato a realizzare questo progetto. Un interessante progetto di cui si è molto scritto sui giornali lo scorso anno.  Un progetto, per ora.

Immagine: Su Mannau – Fluminimaggiore. Credits: ASpexi

Articolo precedenteCALL DI VOLTERRA PER LA CANDIDATURA A CAPITALE DELLA CULTURA
Prossimo articoloRAGNATELE