AARHUS, LA CITTÀ DEL SORRISO

129

Forse non è un caso che la parola tanto gettonata hygge –che indica un modo di essere e si traduce in italiano con il concetto “godere del bello della vita”- sia danese.

La Danimarca, infatti, è uno dei Paesi più felici al mondo. Lo sappiamo dal World Happiness Report (Rapporto mondiale della Felicità stilato dalle Nazioni Unite) che ogni anno, in occasione della Giornata Mondiale della Felicità, ci aggiorna su quali siano i Paesi in cui vivono i cittadini più felici.

Apoteosi della felicità, dunque, è la città di Aarhus che si narra sia, a sua volta, la città più felice della Danimarca.

Detta città dei sorrisi, Aarhus è piccola, bella e facile da girare. È vicina sia alle spiagge, che alle foreste ed è ricca di eventi e istituzioni culturali. Fra quest’ultime spiccano il Museo d’Arte ARoS e il nuovo centro culturale DOKK1, sito nei pressi del porto su cui svettano edifici-simbolo come l’Iceberg del nuovo quartiere Ø.

Nei dintorni di questa bella località, sita sulla costa orientale della Penisola dello Jutland, si possono visitare mete interessanti lungo la costa sabbiosa e nei boschi circostanti.

Inoltre, merita dedicare del tempo ai magnifici roseti del Palazzo di Marselisborg. Il Palazzo di Marselisborg è la residenza estiva e natalizia della famiglia reale. Fu donato dai Danesi come regalo di nozze al principe ereditario Christian (poi Christian X) e alla sua consorte, la principessa Alexandrine. L’attuale palazzo fu ricostruito tra il 1899-1902 dall’architetto Hack Kampmann.

Poco distante si trova l’Infinite Bridge, soggetto ideale per scatti memorabili. In origine il ponte (Den Uendelige Bro) era stato esposto nel 2015 in occasione dell’evento Sculpture By The Sea. Ma il successo che ottenne tra i cittadini convinse il Comune di Aarhus a mantenere il ponte in forma di opera d’arte permanente.

ph. VisitAarhus

info: https://www.visitdenmark.it/