BELGIO FLOREALE

67

Come da tradizione secolare, il Re del Belgio apre le porte delle serre reali di Laken (nel quartiere nord della capitale) dal 15 aprile all’8 maggio.

Nel 1873, l’architetto Alphonse Balat progettò per il re Leopoldo II un complesso di serre che completano il castello di Laken (residenza dei reali del Belgio), costruito in stile classico. Il complesso ha l’aspetto di una città di vetro incastonata in un paesaggio ondulato che ispirò la nuova architettura belga dell’epoca e che influenzò -con l’Art Nouveau- tutto il mondo.

 

 

L’attuale collezione di piante presso le Serre di Laeken è molto preziosa. Innanzitutto, ne conserva ancora alcune appartenenti alle collezioni originarie di re Leopoldo II. Inoltre,  le collezioni attuali rispettano ancora lo spirito che regnava quando furono messe a terra quelle originarie. Infine, le Serre Reali contengono ancora un numero enorme di piante rare e pregiate.

Il castello di Schonenberg a Laeken fu costruito su iniziativa degli arciduchi austriaci e dei governatori generali dei Paesi Bassi, Maria-Christina d’Austria e Albrecht di Sassonia-Teschen. Gli arciduchi furono costretti a lasciare il castello in seguito alla Rivoluzione francese, quando questa regione fu annessa alla Francia nel 1794-1795. Dopo la caduta dell’Impero, la residenza fu assegnata al nuovo Regno dei Paesi Bassi. Il re Leopoldo I dei Belgi si trasferì nel castello di Laeken nel 1831. Fu appunto questo monarca che, affascinato dall’architettura e dall’urbanistica, fece costruire il magnifico complesso nel giardino.

L’appuntamento principale con le fioriture in Belgio è però nel mese di agosto, dall’11 al 15, quando 1.680 metri quadrati di begonie e dalie formeranno il celebre tappeto di fiori al centro della Grand Place di Bruxelles. Oltre 500 mila esemplari che cento volontari innestano  in meno di otto ore. A completare lo spettacolo, un tema musicale è appositamente composto per ciascuna edizione e ogni sera va in scena una magnifica performance di suoni e luci.

La begonia è un fiore molto caro al Belgio. Il Paese è infatti il più grande produttore mondiale di begonie: 35 milioni di bulbi ogni anno. L’80% della produzione totale, coltivata quasi esclusivamente nella zona di Gent dal 1860, viene esportata principalmente nei Paesi Bassi, negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Francia e in Germania.

 

 

 

 

Articolo precedenteIN SCENA! E COSTUMI D’ALTRI TEMPI
Prossimo articoloUN PO’ DI VERDE