OPPORTUNITA’ E RISCHI TRA NUOVI MEDIA E NUOVE TECNOLOGIE

456

La diffusione massiva di tecnologie, dispositivi e reti sociali digitali sempre più evolute e innovative su scala globale (risorse potenti, in grado di contribuire al miglioramento della qualità della vita) sta radicalmente modificando la natura e la qualità stessa delle relazioni umane. Aumentano pertanto opportunità e vantaggi sia nella vita privata sia sul lavoro, ma aumentano anche i rischi. Non a caso da alcuni anni a questa parte si celebra la Giornata mondiale per la sicurezza in Rete istituita e promossa dalla Commissione Europea.

I rischi non sono solo di carattere criminale (furto di identità, di numero di carta di credito etc) ma anche psicologico. Se ci lasciamo assorbire troppo dalla realtà virtuale, ad esempio  c’è il rischio di allontanarci dalla reale vita quotidiana?

In ogni caso tutta questa tecnologia sta mettendo alla prova la nostra capacità di adattamento all’ambiente virtuale, dal quale siamo sempre più coinvolti anche sul piano emotivo.

Saranno dunque i rischi e le opportunità dei nuovi media ad inaugurare, quest’anno, “I lunedì dell’Università” di Torino. Lo psicoterapeuta Riccardo Tinozzi e il professor Claudio G. Cortese, ordinario di Psicologia del lavoro, analizzeranno, infatti (lunedì 7 marzo alle 18), come “Internet, smartphone, Facebook hanno cambiato il modo di comunicare”. La rassegna, che avrà luogo nell’aula magna del rettorato (via Verdi 8) si riconferma dunque come un’occasione imperdibile per approfondire temi di grande attualità, secondo la formula ideata, e ormai rodata, dall’Associazione Amici dell’Università. Si consolida così, con questo nuovo ciclo di conferenze-dibattito, il programma de “L’Universitàchecontinua”, il progetto di aggiornamento costante per i laureati, ma aperto a tutta la cittadinanza (il programma è su www.universitachecontinua.it).

Ma torniamo alle opportunità. Il 9 e 10 marzo si tiene, a Roma, il convegno sui “Social media per fare business e generare contatti commerciali: conoscere gli strumenti e usarli con profitto”. L’iniziativa avrà luogo in piazza Guglielmo Marconi 16 (info e programma su www.eventbrite.it)

Martedì 22 marzo invece si terrà a Milano (all’Hotel AC Milano, via Tazzoli 2), la tavola rotonda “Analytical Rvolution – esplorare nuovi scenari ricercando l’inaspettato. L’attività d’impresa non può essere confinata a una routine con attività prevalentemente programmate. Esistono numerose attività operative e strategiche riconducibili al Decision Making non prevedibile, in cui una moltitudine di soggetti genera e analizza informazioni navigando in modo libero nei dati dell’azienda, esplorando nuovi scenari e ricercando anche l’inaspettato.

Contemporaneamente crescono le informazioni disponibili e il dettaglio dei fenomeni da comprendere, con sempre più dispositivi connessi e aggiornamenti continui quasi in tempo reale: nuovi modelli di “azienda trasparente” espongono ulteriormente alcune informazioni all’esterno, ad esempio per dimostrare la tracciabilità della propria supply chain e un utilizzo responsabile delle risorse.

Le moderne piattaforme di business intelligence e analytics abilitano gli utenti ad una modalità self-service di “consumo” delle informazioni, semplificando allo stesso tempo la governance da parte dell’IT. Consentono la comprensione di fenomeni complessi e in continuo cambiamento fornendo una vista globale e cross-dipartimentale, dove poter approfondire in modo interattivo ogni tendenza con percorsi non predeterminati: questa “rivoluzione analitica” consente di comprendere “l’intera storia” dietro ai dati, e mette le persone nelle condizioni di prendere decisioni informate in un contesto di mercato in continua evoluzione. Info allo 02.91434416

Articolo precedenteIL SEGRETO DEL BACCALÀ ISLANDESE
Prossimo articoloTORINO E LA GRANDE GUERRA 1915-1918