FOLIAGE E WHISKY: AUTUNNO SCOZZESE

469

Provate a domandarvi quali siano le grandi tradizioni scozzesi. Vi verranno in mente le cornamuse, i kilt, il curling, il tweed…ma prima tra tutte il whisky prodotto dal malto d’orzo, o meglio lo scotch whisky.

Principale prodotto destinato all’esportazione, apprezzato in tutto il mondo, il whisky in Scozia è una vera istituzione. Qui, nel Paese più settentrionale del Regno Unito, esperti distillatori attingono l’acqua pura dei ruscelli, raccolgono l’orzo dorato dei campi per trasformarli in un distillato prezioso, ruvido e intenso, che viene lasciato invecchiare in botti di rovere. Non tutti forse sanno che il distillato non può essere chiamato “Scotch” a meno che non sia invecchiato in Scozia per almeno tre anni, sebbene la maggior parte dei whisky di malto singolo riposi molto più a lungo prima di essere venduto sul mercato.

Sono oltre 100 le distillerie attive in Scozia, distribuite in cinque regioni di produzione del whisky. In molte di esse sono organizzati originali tour dove è possibile conoscere i passaggi di produzione della bevanda ambrata  e degustarne  (responsabilmente)  molte qualità, perchè ogni whisky ha un sapore e un carattere distintivo.

Le origini della distillazione del whisky non sono documentate. Si presume, tuttavia, che questa attività abbia origine nell’antichità in Cina e che successivamente si diffuse nel mondo. Certamente fu acquisita dal popolo arabo nei primi secoli dell’epoca cristiana (i termini alcool ed alambicco sono di derivazione araba).  Le prime nozioni in tema di scienza della distillazione, giunsero in Europa dalla Terra Santa grazie ai frati benedettini ed è probabile che l’arte della distillazione sia stata introdotta dall’Irlanda in Scozia nell’Alto Medioevo. La parola whisky o whiskey è un’anglicizzazione del termine gaelico irlandese uisce o gaelico scozzese uisge che significa acqua di vita.

Il whisky si sposa bene con l’autunno, la stagione più bella per godere del fascino intenso della Scozia. Questa stagione dipinge  il paesaggio di questa terra con tratti e colori spettacolari. I migliori luoghi per il foliage, dove cogliere il contrasto tra il verde delle conifere e I toni ocra e rossi degli altri alberi, sono il parco nazionale di Loch Lomond & The Trossachs (a 80 minuti d’auto da Glasgow) e il Perthshire (a 75 minuti a nord sia di Glasgow che di Edimburgo).

Articolo precedenteGIORNATE FAI D’AUTUNNO IN TUTTA ITALIA
Prossimo articoloOLIMPIADI NELL’ARCIPELAGO COVID FREE