I MUSEI DELLA CRUDELTA’

Di: Elisabetta Fea

Sono le 22  di un venerdì sera quando mi telefona un’amica per propormi di andare, nel weekend, a vedere la mostra su Frida Kahlo, da pochi giorni inaugurata a Milano. Presa, come al solito, da mille cose, avevo, in effetti, perso di vista luoghi e tempi di una serie di mostre che volevo comunque riuscire a non perdere ma, essendo impegnata tutta la domenica, rilancio, a mia volta, di combinare per il fine settimana successivo, così da avere anche il tempo sufficiente per richiedere un accredito giornalistico all’ufficio stampa del museo ... anche se lì per lì non ricordavo esattamente quale museo … Avendo però lei già preso impegni per il weekend successivo, mi propone di combinare l’indomani. Ovviamente sarei stata anche contenta di soddisfare immediatamente un tale slancio ed entusiasmo, visto e considerato che scrivere un articolo su Frida Kahlo mi ...

LA MAGIA DI MONT-SAINT-MICHEL

Di: Silvia Falomo

  Victor Hugo non si sbagliò quando sostenne che “Mont Saint Michel è per la Francia quel che la Grande Piramide è per l’Egitto”. Oggi, infatti, quest’isola-santuario aggrappata tra acqua e terra alla costa della Normandia è uno dei luoghi più visitatati non solo del Paese, ma dell’intera Europa

BARRIERE

Di: Pier Giorgio Cozzi

Una mostra e un libro. Due modi diversi di “narrare” come vivevamo. Di spiegare chi eravamo. Per non dimenticare. Fra Otto e Novecento le città di Milano e di Torino hanno conosciuto un cambiamento epocale, ciascuna con caratteristiche proprie. L’avvento e la proliferazione delle fabbriche:

I CAFFÈ LETTERARI DI PRAGA

Di: Nicole Ginori

Anche a Praga, come in tanta parte di Europa, la rivoluzione culturale si è consumata proprio ai tavolini dei caffè letterari. Anche qui si è fatta la storia dietro le vetrine delle caffetterie, sono nati i principali manifesti artistici, si sono incontrate e scontrate menti fervide, si è fatta opposizione, si è coltivata la cultura.

RICORDANDO ERMANNO OLMI

Di: Pier Giorgio Cozzi

Manon finestra due è il garbato titolo di un cortometraggio industriale, 12 minuti, del 1956. Racconta di minatori che in massacranti turni di otto ore, giorno e notte, ai piedi dell’Adamello, nella Valle di Fumo costruiscono uno fra i più imponenti complessi idroelettrici d’Europa, una

SEBÃSTIAO SALGADO ALLA REGGIA DI VENARIA

Di: Silvia Falomo

Davvero coinvolgente la grande mostra dedicata a Sebãstiao Salgado, intitolata “Genesi”, aperta da qualche giorno nelle Sale dei Paggi della Reggia di Venaria. Il bianco e nero degli scatti del grande artista brasiliano catapultano il visitatore ai quattro angoli del mondo, nella metamorfosi della Natura, nelle sue declinazioni più spettacolari.