IL COLORE NASCOSTO DELLE COSE E L’APPIATTIMENTO DELLE SOGLIOLE

Di: Elisabetta Fea

Sembra che, paradossalmente, più viviamo immersi in un contesto o in una società omologata (e omologante) e più siamo attratti dal diverso e/o dalla diversità, pur essendone, al contempo, spaventati.  Almeno stando all’ultimo film di Silvio Soldini, “Il colore nascosto delle cose”, che da un paio di settimane circola nelle sale cinematografiche. D’altronde si sa, l’area del cervello che sovrintende alla paura è attigua a quella del piacere, per cui sovente le due cose procedono di pari passo e molti di noi sono attratti proprio da ciò che, al contempo, li spaventa o gli crea quanto meno un certo qual scombussolamento. Il film però è solamente un pretesto da cui parto per fare alcune riflessioni, anche se, per farlo, non posso prescindere  dalla trama. La storia è, in realtà, molto semplice, quasi banale, ma è condotta, sia dal regista sia dagli attori, con ...

A BOLOGNA “LA MOSTRA SOSPESA”

Di: Ermione Derossi

México “La Mostra Sospesa” - Orozco, Rivera, Siqueiros. E' questo il titolo della mostra che si è appena inaugurata a Bologna e che presenta sessantotto opere tra le più significative della pittura muralista messicana. Riconosciute patrimonio nazionale messicano, le opere in questione appartengono

LE DUNE DEL SAHARA BALTICO

Di: Silvia Falomo

  Chi ha mai sentito parlare della penisola Curlandese? Il suo nome sembra tratto da un libro di fiabe, ma non è così. La penisola Curlandese è una riserva naturale di grande fascino della costa lituana. E’ una lunga lingua di sabbia che si estende per 98km (di cui 52 in territorio lituano e i restanti in territorio russo), tra il Mar Baltico e il bacino della laguna omonima,

VOCE DEL VERBO MUSEARE

Di: Giovan Battista Corrente

Si può rubare la memoria dei luoghi? A dipanare tale quesito ci penseranno due ambigui personaggi che si intrufoleranno in diversi musei e palazzi con l’intento di reperire opere, arredi e reperti storici o scientifici per un collezionista privato. Ovviamente ad interpretare i due personaggi

GRAN TOUR DEL PIEMONTE

Di: Anna Zanchi

Design, trasformazione e artigianato d’eccellenza sono i temi che contraddistinguono l’edizione invernale del Gran Tour del Piemonte che prende il via domenica 5 novembre con “Un viaggio tra passato e presente nella storia d’impresa biellese”

GHEDINI – CHI ERA COSTUI?

Di: A. L.

Ghedini – chi era costui? Non il noto avvocato di Berlusconi ma il più celebre e più dimenticato Giorgio Federico, esimio compositore torinese e uno dei protagonisti del Novecento musicale italiano.